Una nuova esperienza sulla collaborazione digitale ha un impatto positivo su Calumet Electronics

Judy Warner
|  Creato: July 24, 2020  |  Aggiornato: August 3, 2020
Man Typing on computer, collaborating with others

Judy Warner: Rob, potresti illustrarci brevemente di cosa si occupa Calumet e quale ruolo ricopri all'interno della società.

Rob Cooke: Collaboro con Calumet Electronics da poco più di un anno e mezzo nel ruolo di Direttore dei Servizi Ingegneristici.  Sono responsabile del nostro gruppo CAM/Tooling che gestisce i nuovi ordini. Supervisiono inoltre il nostro gruppo dei servizi di Progettazione Ingegneristica e il nostro team di Sviluppo Software.  Calumet Electronics è una società nata più di 50 anni fa, che produce circuiti stampati negli Stati Uniti dal 1968. Da allora, la nostra missione è sempre stata quella di essere un produttore di circuiti stampati sostenibile e affidabile.  

Warner: Un ostacolo significativo per la rapida produzione dei PCB è la mancanza di comunicazione che avviene quando un progettista consegna i file dei dati al produttore. A tuo parere, quanto frequentemente un progetto viene sospeso a causa della mancanza di informazioni critiche necessarie per avviare il tuo lavoro e quali sono le implicazioni per Calumet e i suoi clienti?

Cooke: Una volta ho sentito dire dal CEO di un'altra azienda di circuiti stampati che la risposta a questa domanda è "ognuno di questi aspetti".  La mia esperienza mi dice che questo aspetto è abbastanza vicino dall'essere accurato.  Ci sono così tante opzioni per le schede e così tante preferenze di produzione che i modelli, gli ordini di acquisto e le specifiche non possono ricoprire tutto il processo. Il pacchetto dei modelli e della progettazione è solamente uno strumento per comunicare i dettagli di progetto.  Spetta alle persone coinvolte assicurarsi che la comunicazione dell'intento progettuale sia completa e pienamente comprensibile.   

Warner: Quali informazioni sono spesso mancanti e cosa devono tenere in considerazione i progettisti?

Cooke: La lista è piuttosto lunga.  Nei casi semplici, che sono i più comuni, i progettisti o gli addetti all'approvvigionamento dimenticano di includere i file grafici e quelli di foratura, che sono i componenti chiave per la produzione. Tuttavia, molte questioni sono più delicate. Alcuni esempi sono l'invio di netlist con cortocircuiti intenzionali e circuiti aperti, ma non la comunicazione di questo fatto. Ugualmente problematica è l'inclusione di profili ad impedenza controllata, ma senza l'identificazione di quali nello specifico. È comune l'introduzione di vincoli di spaziatura o di anelli anulari in conflitto tra loro o non realizzabili con la tecnologia attuale.  Spesso, quando vengono introdotte specifiche IPC 6012 di Classe 2 o 3, senza tenere in considerazione i vincoli esclusivi di tolleranza minima imposti dalle specifiche, queste non possono essere soddisfatte in base al progetto fornito.    

Warner: Di recente mi hai inviato un'email che diceva semplicemente: "Se hai bisogno di aiuto riguardo ad Altium 365, fammelo sapere. Sono un suo fan!" Puoi condividere con noi cosa ti ha spinto ad inviare quell'email?

Cooke: Ti ho contattato perché avevo avuto l'impressione che lo strumento fornisse un'esperienza quasi perfetta di come la comunicazione e la collaborazione debbano funzionare in questa era digitale. Stavo lavorando con un progettista che aveva bisogno di produrre dei PCB. L'ingegnere progettista ci ha richiesto di organizzare una telefonata per definire il processo di produzione della scheda e ha proposto al suo collaboratore per l'assemblaggio di unirsi alla conversazione. A quel punto, il progetto era completo circa all'85-90%. Ha portato tutti e cinque i modelli di PCB utilizzati nel loro prodotto, dopodiché abbiamo analizzato ciascuno di essi contemporaneamente attraverso Altium 365. Mentre stavamo osservando il layout della scheda, sia io che l'assemblatore esterno siamo stati in grado di evidenziare aree che probabilmente avrebbero causato problemi e questioni con il produttore. Tutto, dallo stackup delle schede, all'eccedenza dei componenti, fino agli ingombri e ai punti di riferimento sui pallet.  Abbiamo affrontato tutte le solite questioni sulla marcatura, la maschera di saldatura e le tolleranze dei fori, ancora prima che avessero terminato il modello per il produttore.  Questo ha richiesto un po' di impegno da parte del progettista nella scelta del fornitore, ma il vantaggio derivante ci ha permesso di creare gli strumenti per le schede in meno di un giorno.  Abbiamo così potuto inviare tutte e cinque le schede al processo di produzione in tre giorni, anziché attendere settimane per mancanza di informazioni vitali. 

Warner: Cosa cambierebbe per te e per i tuoi clienti se la maggior parte dei vostri lavori avessero questi buoni risultati?

Cooke: Il vantaggio più significativo sarebbe il miglioramento dei tempi di commercializzazione e la riduzione dei rischi. So per esperienza che nulla è più frustrante di attendere la produzione di un circuito per 1-2 settimane, per poi scoprire il decimo giorno che il consiglio di amministrazione ha scartato il progetto a causa di problematiche legate alla produzione. La maggior parte di queste problematiche possono essere evitate, grazie ad una discussione e ad un'analisi anticipata. Certo, gli strumenti DFM automatizzati e i controlli delle regole di progettazione sono di grande aiuto, ma non esiste nulla che possa sostituire il controllo di progetto effettuato dal produttore e dall'assemblatore, prima dell'invio al processo di produzione. Nel caso di questi cinque progetti siamo stati in grado di risolvere tutte le questioni direttamente attraverso il file di progettazione, per i processi di produzione e montaggio, in meno di 30 minuti! Lavorare insieme fin dall'inizio e attraverso una piattaforma basata sul cloud, dove abbiamo potuto apportare cambiamenti immediati, ha reso possibile tutto questo.

Warner: Per i nostri ingegneri progettisti che ci seguono, quali consigli daresti loro per aiutarli ad ottenere un passaggio più agevole fino al processo di produzione e quale impatto pensi possa avere Altium 365 sulla progettazione e sulla realizzazione di hardware elettronico?

Cooke: In qualità di progettista che ha trascorso la maggior parte della sua carriera a progettare PCB, ho percepito la forza del potenziale collaborativo di Altium 365. Se il progettista può lavorare con i propri collaboratori della catena di approvvigionamento, in un ambiente collaborativo e in un contesto visivo, allora può risparmiare un'enorme quantità di tempo e denaro. L'utilizzo di Altium 365 consente al produttore di schede e all'assemblatore di visualizzare il layout, condividendolo direttamente dallo strumento di progettazione, permettendo così al progettista di sfruttare le competenze di altri professionisti.  In alcuni casi, le preferenze possono avere un impatto importante sui tempi di consegna. Ad esempio, una piccola modifica dello spessore o del tipo di materiale può farti risparmiare 2-3 settimane sui tempi di consegna, semplicemente in base alla disponibilità delle scorte.  Avere la possibilità di visualizzare la progettazione e offrire quei suggerimenti prima che siano segnalati può fare una grande differenza.  

Warner: Hai delle ultime considerazioni da fare, Rob?

Cooke: Apprezzo il tempo dedicato alla nostra discussione per evidenziare alcune delle questioni che i produttori devono affrontare. Ogni circuito stampato è un prodotto personalizzato, non una merce. La moderna tecnologia mette alla prova le dimensioni degli involucri dei macchinari e le capacità umane. Attualmente stiamo lavorando su una tecnologia che posiziona le tracce a meno di 25 micron. Vogliamo aiutare i progettisti ad avere successo e non possiamo restringere le dimensioni se non sfruttiamo appieno le nostre conoscenze e competenze collettive. La piattaforma Altium 365 è una soluzione moderna per facilitare questa collaborazione, che in definitiva colma le lacune tra tutti i soggetti interessati, indipendentemente dalla loro ubicazione fisica. È un'epoca emozionante per i progettisti e per i produttori.

Nota dell'editore: Per ascoltare il podcast onTrack di Rob Cooke su questo argomento, visita la nostra pagina del podcast.

pcb board

 

manufacturing equipment

 

manufacturing equipment

 

manufacturing warehouse photo from above

 

Sull'Autore

Sull'Autore

Judy Warner ha ricoperto diversi ruoli nel settore dell'elettronica per oltre 25 anni. Ha esperienza nella produzione di PCB, RF, microonde e nella produzione a contratto di PCB, specializzandosi nelle applicazioni per l'industria aeronautica e militare.

È stata anche scrittrice, blogger e giornalista per varie pubblicazioni del settore, tra cui Microwave Journal, PCB007 Magazine, PCB Design007, PCD&F e IEEE Microwave Magazine, nonché membro attivo del consiglio di amministrazione della PCEA (Printed Circuit Engineering Association). Nel 2017, Warner è entrata a far parte di Altium come Direttore del coinvolgimento della comunità. Oltre a condurre il podcast OnTrack e a creare la newsletter OnTrack, ha lanciato la conferenza annuale degli utenti di Altium, AltiumLive. Warner è veramente appassionata nel fornire risorse e supporto ai progettisti di PCB in tutto il mondo.

Articoli Più Recenti

Tornare alla Pagina Iniziale