L’Auto Solare Progettata dall’Altra Parte del Mondo

Judy Warner
|  Creato: March 19, 2018  |  Aggiornato: December 11, 2020

student designed solar car

Judy Warner: Per favore condividi come la tua squadra ha iniziato, quante auto avete costruito finora, e forniscici una visione d’insieme di Violet. 

Kristian Bojidarov: Sunswift è una squadra di studenti laureandi dell’Università del Nuovo Galles del Sud che progettano, costruiscono e corrono i più avanzati veicoli elettrico-solari del mondo. Con la conoscenza acquisita dalla fondazione Sunswift nel 1995, il team ha recentemente completato la produzione del nostro sesto veicolo, Violet. 

Originariamente, i veicoli sviluppati da Sunswift erano progettati per i più alti livelli di efficienza e performance. Ciò era stato visto alla fine degli anni ‘90 e fino al 2013 quando i nostri veicoli potevano portare al massimo due passeggeri, avevano una gamma estremamente ampia e competevano nella Challenger Class al World Solar Challenge. Da quel tempo, Sunswift ha sviluppato il suo quinto e sesto veicolo, eVe e Violet.

Il progetto di Violet è stato fatto su misura verso accresciuti livelli di comfort ed estetica in aggiunta alla maggiore attenzione sulla praticità in confronto ai nostri veicoli precedenti. Questo è stato raggiunto attraverso una grande enfasi su un design essenziale aerodinamico, spazio bagagliaio anteriore e posteriore, una videocamera per la retromarcia, sensori di parcheggio, display interattivo con GPS, aria condizionata e il nostro primo veicolo quattro posti in assoluto. Ciò posiziona Violet su una scala simile ai veicoli per il trasporto stradale e di conseguenza permette al team di provare il potenziale pubblico e commerciale dei veicoli elettrico-solari. 

Warner: Quali sono i vostri obiettivi e focus attuali per la Competizione World Solar Challenge di quest’anno? 

Bojidarov: Sfortunatamente, non c’è un World Solar Challenge quest’anno e la prossima è nel 2019.Nonostante ciò, Sunswift si preparerà quanto possibile per allora. Violet avrà due anni a quel tempo e la squadra avrà un ottima percezione delle sue capacità tecniche e limiti.  Nel prossimo biennio, la squadra di Sunswift modificherà il veicolo dove necessario in aggiunta a continui test. Come tutte le squadre, puntiamo al primo posto in quante più categorie tecniche possibili al contempo ispirando e promuovendo un futuro più sostenibile. 

Warner: Quanti membri ha attualmente la squadra di Sunswift, e quanti di questi fanno parte del team elettronico?

Students with solar car

Il Team di UNSW Sunswift Solar Car con “Violet”

Bojidarov: L’attuale squadra di Sunswift consiste di 40 studenti. Il nostro team elettronico consiste di 10 studenti che lavorano sul progetto, costruzione e test del nostro sistema elettronica solare dell’auto. Il nostro team elettronico non solo consiste di Ingegneri Elettronici, ma piuttosto, un mix di Ingegneri Meccatronici, Software, Fotovoltaici & di Energie Rinnovabili in aggiunta agli studenti che stanno intraprendendo una laurea in scienze. Ci troviamo ad avere un ampio background di studenti su squadre elettroniche che aiuta il team ad affrontare sfide da una prospettiva differente.  

Warner: Quali sono le sfide più grandi affrontate dal team elettronico e come le superano? 

Bojidarov: Una delle più grandi sfide è il nostro sistema di comunicazione dati all’interno delle nostre auto solari, che è un CAN (Controller Area Network) progetto di bus ( gruppo di linee di segnale). Utilizziamo il CAN bus per controllare qualsiasi cosa dai nostri drive, dai nostri tablet di bordo alle periferiche dell’auto (indicatori, fari etc). I nostri CAN bus utilizzano Microcontrollori LPC come i nostri controllori CAN, un USB UART IC come interfaccia seriale e ricetrasmettitori CAN per trasmettere e ricevere fra CAN bus e controller. 

La nostra auto di quinta generazione, eVe, utilizza un CAN bus centralizzato che controlla gli interi sistemi elettronici dell’auto da una postazione centrale. Ciò pone dei problemi nell’affidabilità della vettura dipendendo da questa postazione centrale. Per superare quest’inconveniente, nella nostra più recente auto di sesta generazione Violet, abbiamo decentralizzato tutto ciò che era basato sui CAN, e separato il nostro drive in un network separato. Ciò fornisce misure di sicurezza per mantenere la maggior parte del funzionamento del network nel caso di avaria. 

Warner: Come pensi che aiuti gli ingegneri a prepararsi ad un ambiente di lavoro facendo parte della squadra di Sunswift?

Bojidarov: L’ambiente sinergico di Sunswift, dove squadre differenti devono lavorare insieme per raggiungere un numero di obiettivi a lungo e breve termine, è estremamente adatto per tutti i membri della nostra squadra. La transizione dall’università ad un ambiente di lavoro è molto più agevole visto che sono applicate molte pratiche di lavoro globali quando si lavora a Sunswift. Inoltre, i membri della squadra imparano sul lavoro svolto in altre squadre secondarie e spesso sono invitati a contribuire. Ciò fornisce ai membri di Sunswift una base di conoscenza molto più ampia ed aiuta gli studenti a vedere idee, progetti e concetti da una prospettiva differente. Gli ingegneri nella nostra squadra sono molto più competitivi nell’applicare pratiche di business ed operative e viceversa, mentre i membri del team aziendale imparano un sacco di più su ingegneria/design e possono allora vedere oltre i numeri e le statistiche quando valutano dei progetti. 

solar car

Violet alla Bridgestone World Solar Car Challenge

In aggiunta a ciò, la passione e la conoscenza che gli studenti sviluppano durante il loro tempo alla Sunswift si riflette nell’ambiente di lavoro ed aiuta molti laureati a distinguersi. Gli studenti sono capaci di pensare in maniera differente e proporre soluzioni innovative che sono critiche in molte compagni ed aziende, specialmente in un mondo così competitivo e frenetico in cui viviamo oggi. 

Warner: Quando è in arrivo questa competizione e come possono seguire la vostra squadra la competizione virtualmente ed online i nostri lettori?

Bojidarov: Sunswift sta pianificando di competere ancora nel 2019. Ciò non è stato confermato e Sunswift non è capace di rivelare alcun dettaglio. In ogni caso, per essere aggiornati su tutte le competizioni di Sunswift, seguici su Facebook (@UNSW Solar Racing Team), Twitter (@sunswift) ed Instagram (@unswsunswift). Le competizioni hanno normalmente un sito internet che possono essere seguiti ed i link saranno condivisi sui nostri account social media quando la competizione inizia. Siamo eccitati due anni in anticipo.

Warner: Kristian, è stato un piacere assoluto conoscere l’eccellente lavoro svolto e raggiunto da Sunswift. Fai per favore le nostre migliori congratulazioni dall’intero team di Altium a Sunswift. 

Siamo onorati di patrocinarvi e aspettiamo con ansia i vostri progressi. 

Bojidarov: Il piacere è tutto mio, Judy e grazie molte per il continuo supporto da Altium! 

Sull'Autore

Sull'Autore

Judy Warner ha ricoperto diversi ruoli nel settore dell'elettronica per oltre 25 anni. Ha esperienza nella produzione di PCB, RF, microonde e nella produzione a contratto di PCB, specializzandosi nelle applicazioni per l'industria aeronautica e militare.

È stata anche scrittrice, blogger e giornalista per varie pubblicazioni del settore, tra cui Microwave Journal, PCB007 Magazine, PCB Design007, PCD&F e IEEE Microwave Magazine, nonché membro attivo del consiglio di amministrazione della PCEA (Printed Circuit Engineering Association). Nel 2017, Warner è entrata a far parte di Altium come Direttore del coinvolgimento della comunità. Oltre a condurre il podcast OnTrack e a creare la newsletter OnTrack, ha lanciato la conferenza annuale degli utenti di Altium, AltiumLive. Warner è veramente appassionata nel fornire risorse e supporto ai progettisti di PCB in tutto il mondo.

Articoli Più Recenti

Tornare alla Pagina Iniziale