Quanto è solida la tua distinta base dei materiali (BOM PCB)? - AltiumLive 2022

Alex Sapp
|  Creato: February 3, 2022  |  Aggiornato: June 30, 2022

In evidenza:

  • Presentazione di Alex Sapp e del suo background professionale.
  • Che cos'è Nexar?
  • Scopri come garantire la robustezza delle tue distinte base utilizzando le informazioni sulla catena di approvvigionamento disponibili
  • Panoramica sulla reperibilità
  • L'mportanza dell'utilizzo di un feed API

Risorse aggiuntive:

Trascrizione intervento Alex Sapp su come migliorare la robustezza della BOM PCB (bill of material pcb)

Alex Sapp:
Buongiorno. Mi chiamo Alex Sapp e oggi mi unirò ad AltiumLive per parlarvi della robustezza della vostra distinta base (BOM PCB). Nel corso della mia carriera nel campo dell'elettronica, ho avuto a che fare con diversi produttori di apparecchiature originali che richiedevano una lista di parti alternative. Specialmente negli ultimi due anni. Ed è per questo che sono così empatico nei confronti di tutto ciò che gli ingegneri e i manager della supply chain devono affrontare durante le fasi di progettazione e preparazione alla produzione.

Alex Sapp:
Sarò breve, fornendovi solo un breve riepilogo delle mie esperienze e qualificazioni. Ho ottenuto diverse certificazioni, ma quelle più rilevanti per quello di cui parleremo oggi riguardano l'ispezione dei componenti e la mitigazione del rischio di contraffazione. Ho anche certificazioni ISO. In passato sono stato molto coinvolto nelle certificazioni ISO e AS. Sono un revisore certificato. E sono un po' analitico. Ho una certificazione Six Sigma Green Belt acquisita durante il periodo trascorso alla GE Healthcare Solutions. È durante il periodo nel reparto OEM, prima di passare alla distribuzione, che ho sperimentato moltissimi dei problemi di cui parlerò oggi, problemi che hanno davvero un impatto significativo sui team ingegneristici, sulle modalità di business e sulla reattività alle tendenze e agli eventi del mercato.

Alex Sapp:
Allora, Nexar è una business unit ideata dal team di Altium. E la business unit Nexar è una risorsa preziosa, a mio parere. Sono entusiasta di farne parte e di parlare delle grandi cose che faremo per la comunità di progettisti e ingegneri, oggi e in futuro. Crediamo così tanto nella missione, che utilizzeremo i prodotti della concorrenza su questa piattaforma per rimuovere ogni attrito all'interno della catena di approvvigionamento e nel mondo dell'ingegneria, praticamente nell'intero ecosistema. Questa piattaforma, al servizio della comunità, fornirà l'accesso programmatico tramite le applicazioni Altium mentre vi trovate nella soluzione di progettazione. È davvero un progetto interessante. Non vediamo l'ora invitarvi nel mondo di Nexar e vedervi utilizzare i suoi servizi e diventare testimoni della nostra evoluzione futura.

Alex Sapp:
Le problematiche che affronteremo nella presentazione di oggi riguardano argomenti comuni a tutti coloro che sono in qualche modo coinvolti nella catena di approvvigionamento, come gli ingegneri della progettazione e dei componenti, gli analisti aziendali, i modellatori di costo, gli ingegneri e gli acquirenti NPI e così via fino all'EMS, supponendo che gli OEM utilizzino un EMS per la produzione. Parleremo delle carenze e delle tariffe che hanno causato il fallimento di tanti stabilimenti produttivi. Poi è arrivata pandemia, e tutti questi eventi hanno avuto un impatto sul modo di progettare degli ingegneri e, francamente, anche sul modo di produrre. Questi ultimi anni hanno cambiato notevolmente il modo di fare business, aprendo nuovi entusiasmanti scenari. Stiamo vivendo un momento davvero unico.

Alex Sapp:
Sapere con certezza che la nostra distinta base dei materiali è realizzabile, conforme, sostenibile e reperibile è oggi più importante che mai. Alcune delle cose che vi mostrerò oggi parleranno proprio di questo, in quanto ci stiamo muovendo nel futuro, in un futuro basato sullo scambio di dati. Pertanto, lo scopo di oggi è quello di imparare a garantire la robustezza delle bills of material PCB utilizzando le informazioni della catena di approvvigionamento disponibili in Altium 365 o Altium Designer®.

Alex Sapp:
È davvero qualcosa da non credere se si considerano tutte le interconnessioni e la natura simbiotica delle parti interessate. La maggior parte delle persone che partecipano a questa conferenza e a questo webinar si trova sul lato sinistro di questo campo, mentre nell'ambito della progettazione elettronica, l'approccio è ormai quello di unificare tutti questi modelli di dati per portare una reale continuità a tutte le complesse informazioni di progettazione necessarie. Questo grafico mostra la netta separazione tra il mondo dell'ingegneria e della catena di approvvigionamento e di produzione. Questi prodotti che avete progettato così minuziosamente. Per non parlare dei 20-40 livelli di battute tecniche che accadono all'interno delle soluzioni di design di Altium.

Alex Sapp:
Sapendo di non possedere dati accurati e in tempo reale sulle parti e i componenti reperiti in passato, in futuro potrete avere a disposizione questi dati, in modo da poter fare del vostro meglio con le informazioni che avete a disposizione. Ed è proprio quello che abbiamo fatto in questi anni: abbiamo progettato la miglior tecnologia possibile con le informazioni che avevamo a disposizione. Penso che l'incontro di oggi potrebbe essere illuminante. Speriamo che le novità proposte siano accolte da voi con entusiasmo, aiutandovi a raccogliere informazioni in modo più fluido, più immediato e più accurato.

Alex Sapp:
Nexar unisce davvero tutte le parti. Scusatemi. Questo grafico raffigura chiaramente le dimensioni e l'ampiezza di questo settore e il modo in cui la piattaforma Nexar è in grado di tenerlo insieme. Collega le catene del valore del settore elettronico per aumentare la produttività e gestire il rischio di produzione. Noterete che tutti questi fornitori e tutti questi pezzi del puzzle sono incredibilmente importanti l'uno per l'altro. Alcuni sono valutati in base a diverse stime nel flusso di entrate, ma tutti sono incredibilmente importanti. Dopotutto, questo è un settore da 2 trilioni di dollari.

Alex Sapp:
Un aspetto davvero importante per me e per molti dei miei colleghi è la trasparenza, resa possibile grazie alle soluzioni cloud. Guardando questo grafico, noterete una netta segregazione. Sul lato sinistro è raffigurato il passato. Con una serie di scadenze di produzione non rispettate. Catene di approvvigionamento vincolate. Linee di produzione interrotte, spesso per colpa di parti single-sourced. Gli ingegneri potrebbero non aver previsto le irreperibilità, dimenticandosi di cercare e approvare parti alternative. Ma anche le parti alternative hanno delle limitazioni. Perché spesso non si hanno tutte le informazioni di front-end necessarie per fare una scelta oculata. Insomma, cerchiamo sempre di fare del nostro meglio con le informazioni a disposizione. Allora, mi muoverò da sinistra verso destra.

Alex Sapp:
E vedrete che nel tempo, specialmente intorno al 2018 e al 2019, le carenze erano notevoli. Condensatori di ceramica multistrato, memoria. Tantissime cose che usavamo per produrre l'elettronica di uso comune. È stata, e rimane tuttora, una sfida. Ma questo era solo l'inizio di un periodo difficile in cui l'approvvigionamento delle parti, anche dai nostri fornitori di fiducia, era ormai diventata un'impresa. Questa situazione ha costretto i team di ingegneri a trovare componenti alternativi al posto di quelli che ritenevano più sicuri. Tutto pur di non dover riprogrammare la scheda. È costoso e dispendioso in termini di tempo. In quel periodo, tutti i supplier quality engineer hanno dovuto rimboccarsi le maniche, l'intera catena di approvvigionamento è stata coinvolta. La mole di lavoro dei field applications engineer è notevolmente aumentata. Quindi sono arrivati i dazi e i prezzi d'acquisto si sono impennati. A questo punto non era più solo una questione di carenza.

Alex Sapp:
Ora avevamo a che fare con dazi del 25%.
Ci siamo trovati costretti a scegliere. Costruiamo con queste parti prodotte qui? Anche se hanno margine inferiore del 25% rispetto a quelle che arrivano dall'estero? Si tratta di decisioni importanti e non prorogabili, che hanno avuto un impatto su tutta la filiera. Quindi è arrivata la pandemia nel 2020 e sappiamo bene come la carenza di materiali si sia ripresentata. Ma quello che è stato interessante, è che l'e-commerce è diventata una scelta obbligata. Ciò è un ottimo risultato per quanto mi riguarda, in quanto favorisce il settore Internet e il popolamento incrociato dei dati tramite i feed API,. Dovevamo lavorare. Dovevamo poter reperire le parti. Dovevamo progettare PCB. E non avevamo altra scelta, se non iniziare a utilizzare strumenti come Zoom e Altium 365. Credo sia stato un incredibile passo avanti.

Alex Sapp:
Sono stato felice di vedere sempre più utilizzate le API, le interfacce di programmazione delle applicazioni. Non importa quanto sia grande la vostra organizzazione, o quanto siate tecnologicamente esperti, o quanti dipendenti abbiate. Diciamo la verità, non tutti sanno come lavorare con le API. E questo vale anche per i contra... Pardon, i produttori di componenti che sono di fatto conglomerati multimiliardari. Perfino loro a volte non dispongono di API con scambio di dati in tempo reale. La pandemia ha davvero stravolto tutto. Ci siamo trovati ad una impasse. Dovevamo utilizzare l'e-commerce. Le soluzioni cloud erano la direzione più intelligente da intraprendere. Ed è stato allora che abbiamo avuto il nostro "momento Netflix." È stato allora che abbiamo capito che era fondamentale essere nel cloud. Sapevamo che c'erano queste conversazioni complesse sul fronte ingegneristico, ma sapevamo anche che era per loro necessario poter visualizzare in tempo reale le informazioni relative alla catena di approvvigionamento, ai dati tecnici e ai dati di conformità.

Alex Sapp:
È certificato RohS? Presenta combinazioni di minerali particolari? Sono queste le cose che gli ingegneri devono davvero sapere per poter prendere una decisione informata. Quando gli ingegneri progettano i PCB, stanno in un certo senso scrivendo una canzone, ed è al ritmo di quella musica che dovrà ballare il resto della filiera. A meno che non si presentino problemi, ovviamente. Quindi, nel 2021, ci siamo resi conto che dovevamo investire ancora di più in questa API che stavamo creando, l'API Nexar. La conformità tecnica, i dati della catena di approvvigionamento sono già disponibili in Altium 365, ma il team Nexar sta ora aggiungendo altri elementi. Quindi arriviamo al momento clou della nostra presentazione, se così si può dire, sul lato destro. Le soluzioni cloud offrono dati immediati, trasparenti e agnostici. Non c'è nessun interesse in gioco. Noi non vendiamo parti. Stiamo semplicemente fornendo i dati nel modo più accurato e rapido possibile.

Alex Sapp:
E ora che abbiamo ideato questi nuovi strumenti, possiamo fare cose davvero interessanti con questi dati. Non vediamo l'ora di scoprire quello che ci riserverà il futuro, ora che siamo ora in grado di mettere in collegamento ingegneri e analisti della catena di approvvigionamento fin dall'avvio di un progetto. E sembra strano, ma è davvero così. Guardiamo indietro guardando avanti. Guardiamo avanti per conoscere i tempo di consegna, la disponibilità e i prezzi. Tuttavia, mentre prendiamo queste decisioni, possiamo al contempo valutare la reperibilità delle parti l'anno precedente e la loro fattibilità. Sono sicuramente F3 (form, fit, function), ma sono effettivamente disponibili o è il caso di prendere in considerazione le alternative? Ora condividerò con voi un aneddoto personale. All'epoca lavoravo per GE Healthcare Solutions. Mi occupavo della certificazione Lean Six Sigma Green Belt ed eseguivo molte analisi.

Alex Sapp:
Ricordo che stavamo inviando elenchi di parti alla filiera e continuavamo a ricevere risposte frammentate.

Alex Sapp:
Non riuscivano a fornirci molti preventivi. E le distinte di base che avevamo erano bloccate. Erano state bloccate dalla Food and Drug Administration. In quell'ambito non si può semplicemente fare una ECO, inserire una nuova parte e sperare che vada tutto bene. Questi prodotti saranno usati a contatto con i pazienti. E questo aveva a che vedere con il mio lavoro direttamente. Ero un service manager e gestivo tantissimi ingegneri che utilizzavano questi componenti a livello di scheda per portare il circuito online, per portare il sistema online mentre un paziente riceveva radiazioni sul letto operatorio.

Alex Sapp:
Quindi, la necessità di avere una parte specifica, di cui non sono ammesse alternative poiché influisce sulla cura del paziente, crea davvero molti problemi. Non è possibile cambiare progetto e scegliere una parte diversa. È un processo. Vi posso solo dire che in un caso particolare è stata pagata una sanzione di 7 milioni di dollari per non aver potuto completare un build. Ne parlerò meglio in seguito. Era un appaltatore di prodotti ad alta affidabilità. Quindi, ora parliamo un po' della resilienza della vostra BOM. Quali pratiche utilizzate per assicurare che la vostra distinta base sia in grado di fronteggiare eventuali imprevisti? Quali strumenti avete avuto a disposizione fin'ora?

Alex Sapp:
Qui vedete tre fasi, ma vorrei concentrarmi sulle ultime due. Il motivo è che attualmente stiamo fornendo tantissimi dati attraverso l'integrazione API. Vi aiutiamo quindi a progettare con visibilità. Ma quando vi imbattete in questi inevitabili periodi di scarsità e dovete individuare delle alternative adeguate, non troverete sempre soluzioni F3. Potreste trovare solo un FF. La disponibilità è un fattore importante. Ed è così importante che vi prego di inserire l'API Nexar nel vostro programma di progettazione, perché rafforzerà la resilienza della vostra BOM davanti agli imprevisti in modo metodico e sicuro. La terza fase sarà una vera a propria rivoluzione. Si sente spesso parlare di pulizia della distinta base e di normalizzazione dei dati, cose di cui siamo tutti esperti. Ne parlerò nelle prossime diapositive. Ma conoscere la disponibilità di un componente vi permette di capire quanto siano efficaci queste alternative. È inevitabile.

Alex Sapp:
Potete consultare i tempi di consegna di uno stabilimento di produzione pubblicati online. Potete addirittura controllare i tempi di consegna previsti dal fornitore. Ma questo non è un parametro invariabile. Non è garantito. Potrebbe verificarsi un imprevisto. Ecco perché insistiamo nel dire che analizzare la reperibilità utilizzando un servizio come l'intelligence di fornitura e progettazione di Nexar che stiamo costruendo aiuta davvero a preparare il front-end in modo che la catena di approvvigionamento e i processi di produzione successivi avvengano nel modo più fluido possibile. Perché quando si combatte un periodo di carenze, non si sta solo combattendo un imprevisto momentaneo, si deve poter pianificare un intero percorso di successo. Bisogna cercare e informarsi a fondo. Proprio dal punto di vista dell'ingegneria e della gestione della catena di approvvigionamento, uno dei casi d'uso di questi dati di approvvigionamento si è letteralmente tradotto in una riduzione del 30-40% dei tempi di approvvigionamento. È incredibile. E quindi volevo parlarvi di alcuni punti salienti che mi auguro davvero possiate portare con voi. Il primo è l'importanza di progettare in modo più efficace utilizzando una solida API all'interno della vostra suite di progettazione.

Alex Sapp:
Utilizzare un database intelligente e aggiornato renderà la progettazione molto più efficiente. Ora, le singole API sono splendide e sono molte le aziende che utilizzano API in franchising. Tuttavia, uno degli aspetti più interessanti dell'API di Nexar è il suo essere completamente agnostica. Non c'è nessun interesse in gioco. In conclusione, il nostro obiettivo è quello di trasmettere e mostrare in tempo reale dati accurati, dati tecnici, conformità e dati ambientali che vi consentano di essere più rapidi ed efficienti, senza nessuna preferenza per il programma di progettazione utilizzato. Davvero. Il nostro obiettivo è quello di trasmettervi rapidamente i dati per permettervi di prendere decisioni oculate. Il margine di rischio è diverso per ognuno di noi. Ognuno ha una tolleranza diversa.

Alex Sapp:
Questa diapositiva illustra l'efficienza dei nostri algoritmi di normalizzazione e logica quando si interroga il nostro database. Offre vantaggi notevoli che ho potuto constatare in applicazioni reali. Vi consente di decidere facilmente, indipendentemente dai parametri di ricerca. Se inserite una query con un numero di parte che contiene diversi caratteri o spazi, i nostri algoritmi la normalizzeranno. E poi, una volta integrata, riceverete i dati tramite l'API: ecco un piccolo esempio qui a destra, dove abbiamo dato una risposta specifica a una query specifica su una parte di microchip. Vi diamo esattamente quello che avete chiesto. La cosa interessante è che se impostate una query per un quarto di watt o 0,2t watt, otterrete lo stesso risultato. Pico, nano, micro, milli, kilo, mega, giga... non ha importanza.

Alex Sapp:
Un aspetto davvero interessante della nostra API è che siamo recentemente passati da un'API REST a GraphQL. Questo significa che, invece di interrogare il nostro database e scaricare questo pesante aggregato di dati sul vostro sistema, con la necessità di suddividerli e analizzarli per renderli consultabili, ora basterà interrogare la nostra API con un parametro specifico. Potrete chiedere: "Solo questo fornitore" o "Solo questo produttore." Questo perché molti fornitori e produttori utilizzano gli stessi numeri di parti, gli stessi MPN. Questo è un meccanismo che fornisce dati puliti e concisi direttamente al vostro sistema.

Alex Sapp:
Il prossimo punto che vorrei prendeste in considerazione è come identificare alternative sicure alla luce di un'inevitabile situazione di carenza, direttamente all'interno di Altium Designer® e Altium 365. Le diapositive successive prenderanno quindi in considerazione la libreria di componenti di Altium 365. E poi inizieremo ad analizzare Altium Designer® nel dettaglio. Immagino che queste schermate vi risultino abbastanza familiari. Per identificare il rischio all'interno della vostra libreria di componenti... Come ho già detto, queste schermate vi sono probabilmente familiari. Questo screenshot in particolare si riferisce al livello della libreria di Altium 365. Potete vedere che, dal momento che abbiamo integrato i dati a livello di programmazione nel flusso di lavoro, disponiamo di dati tecnici e di conformità, prezzi in tempo reale e disponibilità, nonché diverse alternative che abbiamo individuato per voi. Sono inoltre presenti alcuni avvertimenti, segnalati con tag rossi o arancioni utilizzati per mettere in evidenza determinati problemi.

Alex Sapp:
Potrebbe esserci un solo componente disponibile presso un solo fornitore, o magari è un prodotto offerto da una sola azienda. Potrebbero esserci problemi nelle scorte. O potrebbe non essercene a sufficienza per soddisfare le vostre esigenze. Potrebbero esserci parti duplicate. O magari un ciclo di vita rischioso. Questo è sempre un aspetto importante. Analizza la libreria Altium 365 per identificare i vari problemi. Questa particolare schermata identifica le questioni relative alle scorte nella catena di approvvigionamento. Ma non si limita a indicare che c'è un problema relativo a questo particolare componente. Il bello di avere tutti questi dati in un'unica schermata è che consente di vedere se un particolare componente si trova o meno su un'altra distinta base. Questa funzione è utilissima quando si analizza la libreria o si cerca di aggiustare una distinta base problematica. Ancora una volta, la trasparenza dei dati rende tutto più facile, mettendo a disposizione dati fondamentali e in tempo reale. Nella prossima schermata di Altium Designer sarà possibile identificare effettivamente i componenti alternativi. Tutto all'interno di Altium 365. Direttamente in Altium Designer. È anche possibile individuare fornitori con una disponibilità immediata del componente.

Alex Sapp:
Ma vorrei che prestaste attenzione alla colonna colorata al centro. Indica il ciclo di vita della produzione. In questo caso il componente potrebbe risultare obsoleto, essere ormai a fine vita o non essere consigliato per un nuovo progetto. Sono tutte informazioni fondamentali che scongiurano il rischio di progettare con dei componenti inadatti. Conosco personalmente diversi ingegneri che amano progettare riutilizzando gli stessi componenti. Aggiungere informazioni critiche e cruciali al processo decisionale permette di effettuare scelte più consapevoli e informate.

Alex Sapp:
Sulla destra potete vedere anche i problemi legati allo stock, su cui naturalmente vogliamo attirare la vostra attenzione. A volte il ciclo di vita o l'obsolescenza non sono un problema. Questo non è un prodotto legacy... L'abbiamo creato solo per via del nostro reparto vendite... Stiamo ora vendendo nuovi prodotti e abbiamo abbastanza scorte per andare avanti... Esiste anche questo tipo di valutazione. Ma vogliamo mostrarvi tutte le eventualità, in modo che possiate prendere la decisione giusta per voi. Man mano che identificate ulteriori problemi e alternative, devo mostravi un altro paio di finestre all'interno dello strumento di Altium Designer. Nella prima vedrete che non ci sono stock dei componenti approvati. E in effetti, in questo caso particolare, c'è solo un componente approvato sull'ACL, l'elenco dei componenti approvati. Ora, quando si cercano delle alternative e si analizzano soluzioni simili, la terza finestra mostrerà che l'API ha eseguito la query dei componenti analoghi, offrendo agli ingegneri e ai team di ingegneri alcune opzioni.

Alex Sapp:
È quindi possibile accettarle, inserirle nella distinta base e proseguire con il processo. Ma è fondamentale identificare questi aspetti il prima possibile. E ora passiamo a quello che personalmente considero l'aspetto più interessante della mia presentazione di oggi. Il terzo punto fondamentale è... Questa è una frase che è stata riproposta da molti, originariamente attribuita a Churchill: "Coloro che non imparano dalla storia sono condannati a ripeterla." Questo è un dato di fatto. Guardando indietro a un fornitore specifico, o a tutti i fornitori autorizzati, o addirittura al mercato grigio, è possibile farsi un'idea abbastanza realistica di quello che ci aspetta.

Alex Sapp:
Ricordo di aver lavorato con un fornitore di parti ad alta affidabilità. Ha dovuto pagare una sanzione di 7 milioni di dollari al DCMA, la Defense Contract Management Agency, per non aver rispettato le DFARS, le Defense Federal Act Regulations e le FARs. Ha dovuto pagare un prezzo molto alto per non essere riuscito a produrre nei tempi stabiliti il sistema di guida. E tutto perché non disponeva di questo tipo di dati sulla reperibilità dei componenti della sua distinta base.

Alex Sapp:
In quel caso venne coinvolta la dirigenza. Furono adottate azioni correttive sia nei confronti del fornitore che interne. Un program manager fu licenziato. Tutto questo per un problema nella catena di fornitura, ma quello che possiamo fare noi è imparare a prevenire questi imprevisti. Quindi, quando parliamo di reperibilità di un componente, stiamo parlando di un algoritmo piuttosto semplice, ovvero la percentuale, nell'ultimo anno, in cui il componente è stato reperibile. E possibile modificare l'intervallo di tempo come si preferisce. Octopart e l'API Nexar hanno raccolto 10 anni di dati empirici provenienti da 280 fonti di approvvigionamento. È un'enorme quantità di dati. Abbiamo milioni di utenti. Guardare questa mole di dati da una prospettiva diversa vi renderà più autonomi e sicuri di voi stessi.

Alex Sapp:
Per esempio, potete cercare il numero di giorni in cui il livello di stock dei componenti approvati era uguale o superiore al livello di utilizzo dell'anno scorso e quindi dividerlo per 365. Questo vi aiuterà a identificare la vostra tolleranza al rischio. Abbiamo sperimentato molto con i nostri dati. Per esempio, se guardate la parte a livello di CPN, customer part number, o IPN. Chiamatelo come preferite. A questo livello, la distinta base potrebbe sembrare robusta. Ma analizzando più a fondo, potremmo scoprire che non lo è davvero. Lasciate che ve lo mostri. Questo particolare CPN 924559 contiene sette parti approvate.

Alex Sapp:
L'anno scorso, questo OEM ha consumato circa 65.000 pezzi in un periodo di 12 mesi. Gli ingegneri si sentivano tranquilli. I responsabili della catena di approvvigionamento non erano preoccupati. Hanno bloccato e caricato la distinta base, e l'hanno inviata all'EMS per il build. Ora, non ha molta importanza che tipo di parte si utilizzi, i manager responsabili della catena di approvvigionamento solitamente ricaricano lo stesso ordine con lo stesso produttore. E questo fa parte delle dinamiche della filiera e di come questa interagisce con la progettazione. Passiamo alla diapositiva successiva. Ora a livello del numero di parti del produttore. Questo non è più il livello più alto. E in questa lista vediamo ciascuna delle sette parti approvate. Mi scuso per le frecce, ma volevo davvero evidenziare perché la nostra distinta base dei materiali potrebbe non essere robusta come crediamo. L'anno scorso, uno di questi componenti non è mai stato reperibile presso i fornitori.

Alex Sapp:
Questo è un problema. Cosa succede quando si deve scegliere l'alternativa? Mi spiace, ma non è disponibile. Significa che questa è l'opportunità, sia durante il front end che durante la progettazione, per valutare la reperibilità o la fattibilità di un materiale ed eventualmente comunicare con l'OEM dicendo: "Siamo spiacenti, ma riteniamo che non sia sicuro. Lavoriamo insieme per costruire una distinta base solida o perlomeno componenti che siano effettivamente disponibili." Vedete l'altra parte in arancione? È stata disponibile solo il 30% dell'anno scorso. Non mi soffermerò su queste altre due, ma come vedete solo tre di queste parti sono state effettivamente reperibili lo scorso anno senza interruzioni. Di nuovo, qual è il nostro obiettivo?

Alex Sapp:
Possiamo analizzare fornitori specifici. Questo particolare OEM ha 28 fornitori approvati. Potremmo anche estendere la lista ai 115 fornitori autorizzati e in franchising disponibili nel nostro Octapart che alimenta l'API Nexar. Come ho detto poco fa, se il vostro prodotto non sarà a contatto con pazienti, o a chilometri di profondità in una piattaforma di estrazione, o addirittura nello spazio dove la tolleranza è la più severa in assoluto, o utilizzato in applicazioni di difesa missilistica, potreste essere disposti a rischiare. Qui potete davvero vedere il quadro generale. È interessante come solo tre di queste parti fossero reperibili l'anno scorso. Se cercate un'opportunità per contrattare, ora sapete che c'erano altre due parti a disposizione che nessuno stava acquistando e che erano disponibili.

Alex Sapp:
Ora i responsabili dell'approvvigionamento potranno negoziare sul prezzo dei componenti perché non saranno più costretti ad acquistare sempre dallo stesso fornitore. Ma il risultato più importante è che potranno condividere tale conoscenza con gli ingegneri e questi potranno effettuare una valutazione più approfondita per identificare eventuali alternative. Quando si combinano le informazioni di reperibilità della catena di approvvigionamento con le competenze degli ingegneri di progettazione, il risultato è straordinario. Senza dubbio la soluzione migliore. Ecco, in questa diapositiva si vede lo stato reale di questo particolare CPM. Non ha davvero sette parti approvate effettivamente reperibili. Ne ha solo 4,54.

Alex Sapp:
Guardate la tabella seguente: l'ho ordinata in modo discendente in base al numero effettivo di numeri di parti approvate. Potete vedere come questo particolare componente non sia messo molto bene. C'è una parte approvata che non è affatto reperibile. Possiamo analizzare i dati come meglio credete, ma, come ho detto, prendere in considerazione la reperibilità già durante le fasi di progettazione, programmazione e analisi della distinta base è sicuramente importante.

Alex Sapp:
Ecco la sintesi dei punti cruciali. Utilizzare un feed API all'interno del proprio programma di progettazione offre maggiore visibilità. Consente di esaminare più a fondo la catena di approvvigionamento in modo da prendere decisioni informate, scongiurando il rischio di dover ricominciare il progetto da capo. E sappiate che dover ripartire da zero non piace a nessuno. Nemmeno agli analisti. Non conviene a nessuno. È costoso. E dispendioso in termini di tempo. Quindi l'uso di un feed API è davvero un grande aiuto. Con questo feed API a disposizione, quando vi trovate in difficoltà, potete semplicemente inserire una query per cercare alternative all'interno del nostro pacchetto di dati.

Alex Sapp:
Le alternative potrebbero non essere sempre 3F, ma possiamo aiutarvi a trovare la soluzione migliore. L'ultimo consiglio è quello di esaminare lo storico delle reperibilità di cui ho appena parlato: aiuta senza dubbio a creare una distinta base dei materiali solida e resiliente sul front end. E questo è l'obiettivo di tutti. Detto questo, vi ringrazio per il tempo che mi avete dedicato oggi e passo a parlare di alcuni dei nostri nuovi prodotti. Non sono mai stato tanto entusiasta di parlarne. E non vedo l'ora di confrontarmi con voi e sentire i vostri casi d'uso e le vostre preoccupazioni per capire come questi prodotti possano davvero aiutarvi a rendere più efficiente il vostro lavoro. Quindi, vi ringrazio nuovamente per il tempo che mi avete dedicato. Rimango a vostra disposizione, a presto.

Sull'Autore

Sull'Autore

Alex Sapp is the Director, API Commercial Strategy at Octopart. Alex is a graduate of the Univ. North Carolina, an SAE G19 D Committee Member, IDEA-ICE-3000 Certified Inspector, Certified Six Sigma Green Belt, Certified AS9100:2016 Internal Auditor, Freemason, husband, and proud father.

Articoli Più Recenti

Tornare alla Pagina Iniziale